Orari SS. Messe

Domenica e festivi: h.9.00 - 10.30 - 12.00

Feriali (escluso lunedì) e prefestivi: h. 18.30

Nella cappella in Via Sestriere 32/a:
domenica ore 10,00 (no giugno, luglio e agosto)

Confessioni:
Venerdì ore 17,00 - 18,00

........:
.

==================

il nostro simbolo

==================

La liturgia di oggi

==================
===================

===================

NEWSLETTER


===================
===================

Area Riservata

===================

A piedi alla Sacra di San Michele – Foto

Alcune foto della camminata verso la Sacra di San Michele.

(clicca sulla foto per aprire l’album oppure —> Foto gita Sacra San Michele)

—   —-    —–

In occasione della giornata comunitaria di domenica 2 giugno 2019, è possibile raggiungere la Sacra di San Michele a piedi, lungo la Via Crucis dell’antica mulattiera partendo dal paese di  Sant’Ambrogio.

Con un dislivello di 600 mt., è una facile escursione di circa 2 ore.
L’arrivo alla Sacra è previsto per ore 11,15.
Partenza con auto propria dalla parrocchia entro le ore 8,30.

Data la concomitanza con la Valsusa trail – corsa agonistica in montagna – occorre iniziare a camminare prima delle ore 9,00 onde evitare di essere bloccati dagli organizzatori.

Potete scricare l’itineraio con alcune fotografie  —–> 2-6-2019 Via Crucis Sacra S. Michele giornata comunità

Descrizione sentiero (tratto dai siti “www.sacradisanmichele.com”,  “www.zannoni.to.it” e “andreacdc.blogspot.com”)

Da Sant’Ambrogio di Torino. Dal parcheggio antistante la stazione ferroviaria si percorre via Caduti per la Patria, al fondo della quale si svolta a destra per raggiungere la Parrocchia di San Giovanni Vincenzo (quota 365m). Si aggira l’edificio religioso passando accanto al campanile risalente all’XI secolo e con una breve rampa si supera la piccola chiesa di S. Rocco (sec. XVII). Si prosegue fino al termine della strada dove inizia l’antica mulattiera per la Sacra di San Michele (quota 409 m).

Il percorso è ben segnalato (n. 502) e si presenta come un ampio sentiero lastricato immerso in un bosco di roverelle. Il tipo di pavimentazione rende un po’ scivoloso il cammino ma è interessante comprendere che ha agevolato per generazioni il trasporto di legname, fieno, ed altri prodotti della montagna, mediante slitte con lunghi pattini di legno chiamate “lese”.

Durante la salita si incontrano quattordici croci che simboleggiano le stazioni della Via Crucis, pannelli informativi, e numerose aree attrezzate con panchine e tavolini. Non si può invece fare invece affidamento nei periodi di siccità sulle due fontane presenti sul percorso.

La Via Crucis termina nei pressi di un parcheggio alle porte dell’abitato di S. Pietro (quota 750 m), dove è presente un grande disco di pietra con incisa la scritta “IUBILAEUM A.D. 2000”. Si svolta a destra in direzione della Sacra (ora ben visibile) e si attraversa l’abitato percorrendo uno stretto viottolo. Sul lato opposto del paese si affianca la piccola chiesa dedicata a Sant’Anna e si continua a salire seguendo le numerose indicazioni.

Giunti nei pressi dell’ultima abitazione del paese, la strada lascia il posto ad un sentiero che attraversa un bosco di castagni. Ad una deviazione (quota 864 m) si può svoltare a destra per raggiungere direttamente il Sepolcro dei Monaci e da qui la Sacra di San Michele, oppure decidere di svoltare a sinistra per passare dal Colle della Croce Nera (dove è presente il parcheggio principale). Dieci minuti a piedi di una strada asfaltata conducono direttamente alla Sacra di San Michele.

e per il ritorno….. seguire “Antica mulattiera”

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>