Orari SS. Messe

Domenica e festivi: h.9.00 - 11.00
Prefestiva Sabato ore 18,30

Feriali (escluso lunedì e sabato ): h. 8.00

Nella cappella in Via Sestriere 32/a: sospesa.
.

........:
.

==================

il nostro simbolo

==================

===================

La Liturgia di oggi

===================

===================

NEWSLETTER


===================
===================

Area Riservata

===================

Domenica 19 aprile 2° Domenica di Pasqua (“Domenica in albis”) Domenica della Divina Misericordia – indulgenza plenaria

COS’È E COME È NATA LA FESTA DELLA DIVINA MISERICORDIA.

Nella 2° domenica di Pasqua si concede l’indulgenza plenaria alle consuete condizioni (Confessione sacramentale, Comunione eucaristica e preghiere secondo le intenzioni del Sommo Pontefice) al fedele che in qualunque chiesa – una volta che si sia riproposto sinceramente di non voler fare del male e di non essere disposto a scendere a compromessi con esso – partecipi a preghiere svolte in onore della Divina Misericordia o almeno reciti alla presenza del Santissimo Sacramento dell’Eucaristia, pubblicamente esposto o custodito nel tabernacolo, il Padre nostro e il Credo con l’aggiunta di una invocazione al Signore Gesù misericordioso (per es.: Gesù misericordioso, confido in Te).
(Vedi il Decreto della Penitenzieria Apostolica del 29-6-2002)

Pertanto nella 2° domenica di Pasqua, partecipando alla S. Messa, la “pratica di pietà” più eccellente in onore della Divina Misericordia, si può ottenere il dono dell’indulgenza plenaria.

(liberamente tratto da Famiglia Cristiana del 27/04/2019)

COME OTTENERE L’INDULGENZA PLENARIA, nell’attuale situazione di pandemia, vista l’impossibilità di uscire di casa?

Il 19.03.2020 la Penitenzieria Apostolica, “ex auctoritate Summi Pontificis”, con un decreto ha concesso il dono di speciali indulgenze. Si concede l’Indulgenza plenaria in occasione dell’attuale epidemia mondiale a quei fedeli che, con l’animo distaccato da qualsiasi peccato, offrano la lettura delle Sacre Scritture per almeno mezz’ora, o la recita del Santo Rosario, o il pio esercizio della Via Crucis, o la recita della Coroncina della Divina Misericordia, o altre forme di devozione, o che si uniranno spiritualmente attraverso i mezzi di comunicazione alla celebrazione della Santa Messa, o se almeno reciteranno il Credo, il Padre Nostro e una pia invocazione alla Beata Vergine Maria, per implorare da Dio Onnipotente la cessazione dell’epidemia, il sollievo per coloro che ne sono afflitti e la salvezza eterna di quanti il Signore ha chiamato a sé.
E questo fermo restando che lo facciano con la volontà di adempiere le solite condizioni (confessione sacramentale, comunione eucaristica e preghiera secondo le intenzioni del Santo Padre), non appena sarà loro possibile.

.

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>