Orari SS. Messe

Domenica e festivi: h.9.00 - 10.30 -12.00

Feriali (escluso lunedì) e prefestivi: h. 18.30

Nella cappella in Via Sestriere 32/a:
domenica ore 10,00

Confessioni:
domenica: ore 10-10,30 e 11,30 - 12.

==================

il nostro simbolo

==================

La liturgia di oggi

==================
===================

===================

La BIBBIA online

===================

NEWSLETTER


===================

Area Riservata

===================

La casa sulla roccia – lettera pastorale 2015

LetteraPastorale vescovo 08-09-2015«La casa sulla roccia»: linee guida dell’Arcivescovo per il nuovo anno pastorale

È il programma della diocesi per l’anno, ma in questo 2015-16 è anche un ricordo che vorremmo offrire a tutti, perché contiene tutti i discorsi di Francesco a Torino e dunque diventa un modo per conservare nelle nostre case le parole del Papa rivolte specificamente a noi.
La lettera ha come titolo “La casa sulla roccia”, che richiama la parabola in cui Gesù parla dell’uomo saggio e di quello stolto, qualificandoli sul piano del loro rapporto con la sua Parola, che è fondamento su cui costruire in modo solido e duraturo la propria vita. Il tema della roccia è stato ampiamente richiamato dall’omelia del Papa in Piazza Vittorio, quando ha citato anche il poeta piemontese Nino Costa, che sottolinea la rocciosità propria della gente delle nostre terre, l’elemento che rende determinato e solido il carattere dei piemontesi.
La Lettera ripercorre le due giornate, con il testo di tutti i discorsi e le testimonianze offerte dal Papa. È una lettura che ci permette di rivedere in modo unitario il messaggio di proposta e orientamento che Papa Francesco ci ha offerto. I testi della Lettera sono accompagnati dalla documentazione fotografica originale dell’«Osservatore romano». Abbiamo seguito uno schema semplice, che si rifà alla Evangelii gaudium e alla Traccia del prossimo Convegno ecclesiale di Firenze, lungo il percorso delle “cinque vie”: uscire, abitare, annunciare, educare e trasfigurare.
Nell’ultima parte, la Lettera propone per l’Arcidiocesi e la società civile una serie di impegni che riguardano gli ultimi, vittime della cultura dello scarto (famiglie sfrattate, senza lavoro, i senza dimora, immigrati e rifugiati, rom…); e apre uno spiraglio sul prossimo Giubileo della misericordia. Si indicano scelte e impegni molto concreti e fattibili sia per le singole persone, sia per le famiglie e comunità, sia per le istituzioni.
Scarica la Lettera direttamente da QUI (—> lettera_pastorale vescovo SETT2015) o dal sito della diocesi

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>