Orari SS. Messe

Domenica e festivi: h.9.00 - 11.00 (luglio e agosto)

Feriali (escluso lunedì) e prefestivi: h. 18.30

Nella cappella in Via Sestriere 32/a:
domenica ore 10,00 (no giugno, luglio e agosto)

........:
.

==================

il nostro simbolo

==================

La liturgia di oggi

==================
===================

===================

===================

NEWSLETTER


===================

Area Riservata

===================

Campi estivi 2012 – Giovanissimi

 

TUTTI per TUTTI – il campo estivo

 le nuove fotografie – clicca QUI

Ogni sera le nuove notizie sulle giornate trascorse a Ventotene –

Per avere le notizie aggiornate del viaggio – leggi in fondo alla pagina

Vorrebbe essere una proposta per i ragazzi

ad orientare la loro vita

nello stile giusto con l’aiuto dello Spirito Santo.

Vorrebbe essere anche un aiuto

a riscoprire il valore

di essere Chiesa, gruppo, comunità.…….(clicca qui)

 

  • Partenza: Giovedì 19 Luglio – Ritrovo ore 21,30 a Torino Porta Nuova

Gli animatori nei giorni precedenti la partenza faranno un minimo di spesa da portare via e quindi RICORDATEVI di passare dalla segreteria per ritirare la spesa di vostra dotazione.

Sull’isola saremo alloggiati presso la CASA PARROCCHIALE Santa Candida – Via Roma 2 – Ventotene

  • Rientro: Sabato 28 Luglio – Arrivo a Torino Porta Nuova ore 8,20

—————————————————————————————————————————————————

Giovedì 19 luglio:

L’appuntamento è a Torino Porta Nuova alle ore 21,30 puntuali per prendere il treno delle 21,55 che arriverà a Formia la mattina seguente alle ore 7,25.

Dalla stazione di Formia ci si sposterà al Porto per prendere il traghetto che ci porta all’Isola di Ventotene.

  • ore 21,55 il treno è partito puntuale ….. buon viaggio e buoni Campi

———————–

Venerdì 20 luglio:

ore 11,30 circa sono arrivati sull’isola. Viaggio buono.

Arrivati all’isola saliti alla parrocchia di S. Candida, sistemati al II piano della casa canonica (ragazzi in 2 camerate da 6, ragazze in una da 8), mentre il gruppo faceva un primo bagno a Calanave, due si sono dedicati alla preparazione pranzo con allestimento tavoli e sedie nel corridoio.

              Pranzo: Farfalle al sugo di pomodoro con soffritto di cipolla, olio d’oliva e basilico, insalata verde con tonno e pomodori freschi, mela verde.

Dopo le operazioni di sparecchio e lavaggio piatti e pentole, breve gioco a quiz e poi la presentazione del

             Tema del campo: leggeremo e ci confronteremo col libro Oscar e la dama in rosa, di Schmitt, scrittore francese contemporaneo convertitosi al cristianesimo (dopo essere stato nel deserto del Sahara e aver letto in una notte i quattro vangeli).

Racconta di un bambino di 10 anni, Oscar, che ha la leucemia, è stato operato di trapianto del midollo ma l’operazione non è riuscita per cui il suo destino è segnato. Ma nessuno ha il coraggio di dirglielo se non una volontaria, un’anziana dama di carità ch’è l’unica con cui Oscar si confida. Nonostante all’inizio Oscar non creda in Dio, “Nonna Rosa” lo convince a non confonderlo con Babbo Natale e a scrivergli per dieci giorni una lettera giocando a vivere ogni giorno come se fossero dieci anni. Così al termine dei dieci giorni Oscar avrà centodieci anni. Le tredici lettere che Oscar scrive costituiscono questo breve romanzo dove Oscar vuole insegnarci non solo cos’è la vita, ma anche cos’è la morte e cosa c’entrino con esse Dio e la fede.

I ragazzi hanno letto la prima lettera di Oscar, risposto per iscritto ad una serie di domande e, divisi in due gruppi,  ci si è divisi in due gruppi per confrontarsi.

Riflessioni sulle lettere di Oscar…….(clicca qui)

Poi altro bagno alla Calanave. Prima spesa sull’isola, preghiera dei vespri

              Cena: Würstel e patate al forno, tonno e frutta.

Dopo il lavaggio di piatti e pentole serata canterina con bans all’aperto offerti al pubblico davanti alla chiesa. Stanchi morti, preghiera della sera e nanna. Tutto entro la mezzanotte.

 ———————–

Sabato 21 luglio:

 

Attività del pomeriggio

 

Sveglia tardi (8,00) per il sonno accumulato nella notte in treno.

Colazione, pulizie, spesa e poi si prosegue con la lettura  (II lettera di Oscar) con successive domande cui rispondere.

Alle 11,00 bagno a Calanav.

Pranzo: freddo con prosciutto e melone, insalata mista e cocomero.

Pulizie e lavaggio piatti.

Quiz a premi e condivisione a gruppi sulla traccia del mattino, con assemblea con don Paolo per eventuali domande.

Verso  le 16,30 spesa del gruppo di turno e bagni e tuffi agli scogli di Calanave. Giornata bellissima, solo sole, niente nuvole, tanto caldo.

Verso le 19,00 inizio della preparazione cena del gruppo di turno e docce.

Cena: Pasta al pesto, “svizzerine” con spinaci, cocomero. Lungo turno ai lavandini per il grande numero di pentole e vassoi impiegati.

Serata a spasso per l’isola alla ricerca di un luogo sufficientemente spazioso e illuminato: dopo lungo girare viene scelta la scalinata della chiesa: scontro tra “schiappe” e “ginnici”. Rientro, preghiera e nanna. Il tutto entro mezzanotte.

 

 ———————–

Domenica 22 luglio:

Sveglia presto (7,30) per poter partecipare e animare la Messa in parrocchia delle ore 9,00.

Colazione alle 8,00 con solite pulizie. In chiesa alle 8,45 in attesa della Messa. Nostra animazione dei canti non proprio delle migliori…

Spesa per il pranzo ela cena, spiaggia e mare fino alle 12,30.

vista dalla casa

 
              Pranzo alle 13,00: bruschetta al pomodoro, affettato di tacchino, insalata mista, fichi e cocomero. Consueti turni di pulizia e lavaggio stoviglie.

 

 
Alle 14,45 lettura della terza lettera di Oscar e la dama in rosa con risposta a domande su traccia. Il libro solleva il rapporto ragazzo/ragazza nell’età dell’adolescenza. Prima ci si confronta divisi maschi/femmine poi insieme ci si dice quello che gli uni pensano delle altre e viceversa: il confronto s’accende e s’infervora proseguendo fino alle 17,30. Poi spiaggia e mare e bagni fino alle 19,00. Docce e preparativi cen

 

              Cena: pasta al sugo di tonno, frittata con pancetta con/senza cipolla, pesca. Soliti turni di pulizia e lavaggio piatti e pentole.

 

Al termine partenza con pile per serata in spiaggia…

Gioco di strategia (“generale”) sulla spiaggia: vittoria delle “schiappe” sui “ginnici”.

Preghiera di fine giornata e a nanna entro la mezzanotte.

 

 ———————–

Lunedì 23 luglio:

La scorsa notte è trascorsa nella tempesta, con forte vento, pioggia, tuoni e fulmini e così per tutto il giorno. Al punto che ce la siamo presi con comoda.
Sveglia alle ore 8,30,  colazione, preghiera del mattino, lavaggio pentole. Nonostante il maltempo il gruppo di turno esce alla pioggia per fare la spesa riuscendo a tornare carichi alla casa proprio in un momento di pioggia particolarmente violenta: anche oggi riusciremo a mangiare… Cruciverbone per ingannare il tempo. Poi attività formative: lettura della quarta lettera di Oscar e la dama in rosa e risposte a domande su traccia. Seguono i preparativi per il pranzo.

Pranzo : würstel, melanzane al forno con pomodori e formaggio, prugne.

Ventotene sotto la pioggia

Il maltempo non molla. Approfittando del domicilio coatto oltre al consueto turno di lavaggio stoviglie e pulizia del refettorio facciamo le grandi pulizie dei bagni (ai limiti dei minimi requisiti igienico-sanitari), delle camerate e della cucina. Dopo aver imparato un canto (“Lodate Dio”) riprendiamo l’attività formativa divisi in maschi e femmine e poi tutti insieme. La lettera di Oscar tocca due temi diversi: la sessualità e il significato della sofferenza.

Alle 17,00 stanchi della segregazione forzata decidiamo di uscire per l’indebolirsi della pioggia e giochiamo muniti di k-way scorrazzando per l’isola finchè alle 18,30 rientriamo per eventuali docce e la preparazione della cena. Viene servita dopo la preghiera dei vespri.

      Cena: pasta con pomodoro e melanzane, involtini di proscritto cotto e formaggio, insalata mista e mela. Solito turno di lava-piatti.

Serata canora un po’ davanti e un po’ dentro la parrocchia. La pioggia ha mollato ma il vento no.

Preghiera e nanna alle 23,30 circa.

 ———————–

Martedì 24 luglio:

Ci siamo svegliati alle ore 8,00 con cielo coperto.

Scappata dal fornaio per il pane fresco, solita colazione a latte cioccolato o thè e pane e marmellata.

Preghiera del mattino. Pulizie e lavaggio stoviglie. Spesa.

Alle 10,30 in spiaggia per il tempo che sembra tenere anche se nuvoloso. Tutta la spiaggia per noi. Bagni e tuffi a volontà almeno per chi non aveva paura che facesse freddo. Dopo un po’ di svago e corse nella spiaggia deserta a casa per il pranzo, servito per le 12,30:

      Pranzo: bruschette con pomodoro, origano e basilico fresco, insalata mista e cocomero.

Consuete pulizie e lavaggio piatti pentole. Alle 14,15 ripassiamo un paio di canti.

Alle 14,30 cominciano la lettura della V e VI lettera di Oscar e la dama in rosa. Rispondiamo personalmente a domande su traccia.

Alle 15,30 ci dividiamo in due gruppi con gli animatori per condividere e confrontare le nostre risposte. Temi ambiziosi: il matrimonio, la fedeltà, il tradimento, il ” senso” della vita: prevale il destino, il caos o le nostre scelte?

Alle 16,30 la smettiamo e andiamo in spiaggia: ancora nuvoloso ma non fa freddo. Bagni e tuffi a sazietà con conseguente riposo sulla spiaggia. Alcuni vanno via prima per preparare la cena che viene servita dopo la preghiera dei vespri per le 20,00

      Cena:  pasta al pesto e pomodoro, “svizzerina” (fresca non surgelata) con insalata mista, prugna.

Consuete pulizie e lavaggio stoviglie.

Alle 21,45 serata (molto) allegra in cortile con diverse prove in cui le due squadre (“schiappe” e “ginnici”) hanno potuto continuare a misurarsi. Alle 23,00 preghiera per concludere la giornata e nanna.

 ———————–

Mercoledì 25 luglio:

         Giornata all’insegna di sole,caldo e mare.

Mattinata regolare con sveglia alle ore 8,00.

Colazione,preghiera del mattino,pulizie e spesa.

Lettura della settima e ottava lettera di Oscar con domande sulla famiglia,sul tradimento,ma anche sulla riconciliazione,sull’amore più forte della paura,sul senso dell’invecchiare.

Alle 10,30 spiaggia e mare a Calanave.

Alle 13,00 pranzo:tacchino e insalatona mista con tonno e mozzarella.

Pulizie varie e alle 15,00 confronto a gruppi sulle domande risposte al mattino.

Alle 16,00 seguiamo don Paolo che s’improvvisa cicerone in un giro turistico dell’isola:

ci parla di Villa Giulia dell’imperatore Augusto……e da una vista panoramica del porto romano e di quello nuovo. Ci porta a vedere le altre due spiagge dell’isola (Calarossano e Parata Grande) e due momenti:ai confinati durante il regime fascista (1930-1943) e alle vittime dell’affondamento del p.lo Giulia nel 1943.

Infine ci porta al faro dove ai piedi ci sono ancora il Muranaio,le Peschiere e le Saliere d’epoca romana. Un posto bellissimo per tuffi,nuotate nei piccoli anfratti e per prendere il sole. Scorpacciata di tuffi acrobatici…

 

Alle 20,15 una tra le cene più “crasse”del campo,che ha richiesto quasi un’ora e mezza di preparazione.

      Cena:pasta asciutta al sugo alle olive,purea e salsiccia,pesche..

Vista l’ora tarda gli animatori si fermano a lavare i piatti i ragazzi con don Paolo alle 22,00 in spiaggia con la pila per la veglia sotto le stelle. La serata passa a scrivere a Dio una lettera come Oscar raccontandogli come sono andati questi primi 14-15-16 anni di vita ed esprimendogli un desiderio.

Alle 23,30 concludiamo in casa con la preghiera e la nanna entro mezzanotte.

 ———————–

Giovedì 26 luglio:

Gita all’isola di S. Stefano.

Sveglia alle 7,45, colazione, preghiera e pulizie.

Tutti pronti alle 9,29 al porto per partire con le barche per l’isola. Ma c’è stata una disgrazia (è la terza mattina di seguito che le campane suonano a morto): infatti è morta la mamma del guardiano del carcere sull’isola perciò dobbiamo ripiegare su fare un giro dell’isola di Ventotene e raggiungere S. Stefano ma senza poter visitare il complesso penitenziario abbandonato.

Gita in barca

Tutti su due barche e via: l’isola è bellissima. Due soste per fare il bagno più un’ultima a S. Stefano. Acqua trasparente stupenda colori cangianti a seconda dei fondali. Tanto sole.

Alle 14,00 ritornati a casa coi morsi della fame.

Pranzo: panini mortadella, salame e formaggio, “pescocca”.

Alle 15,00 leggiamo tre lettere di Oscar e rispondiamo alle domande su “Vita”, “Morte”, “Fede”, “Dio”.

Alle 17,00 ulta spesa al minimarket e bagno a Cala Nave.

Alle 19,00 cominciamo a cucinare: pasta asciutta con sugo alle olive, patate al forno, insalatona mista con tonno e uova, pesche.

Dopo pulizie varie serata allegra in cortile con l’elezione di “Mrs.” e “Mr.” campo 2012 (Elisa D.B. e Federico R.). Dopo la preghiera a mezzanotte animatori e don Paolo illustrano ai ragazzi del secondo anno dei “giov.mi” la proposta nuova di percorso del “III g.”.

Gelato e a nanna.

 ———————–

Venerdì 27 luglio:

Spiaggia Cala Nave

Questa mattina per i più coraggiosi bagno all’alba (ore 5,56) in spiaggia.

  • Ore 14,50 al porto di Ventotene, ritroviamo Roberto U. che aspetta la sorella. Ci si imbarca tutti, eccetto Alessandra che rimane sull’isola con il fratello.
  • Ore 15,00 partenza per Formia, arrivo previsto a Formia ore 17,00.

 

 

Cielo sereno e mare calmo.

Tutti sul ponte a godersi lo spettacolo ……. ARRIVEDERCI VENTOTENE !!!!!!


 

  • Ore 17,10: approdo a Formia, salutiamo Flora Z. che se ne va accompagnata dalla zia. Siamo rimasti in 19
  • Ore 17,35: entriamo nell’Istituto delle suore Pallottine (figlie di San Vincenzo Pallotti). Posiamo gli zaini e siamo pronti per preparare la Messa di fine campo prevista per le ore 18 nella Cappella dell’Istituto.
  • Ore 18,10: Messa con le suore, animata dai ragazzi con i nostri canti. Preghiere di richiesta di perdono, preghiere dei fedeli e di ringraziamento. Alle ore 18,45 termina la Messa.
  • Ore 18,55: gli animato ritrovano una pizzeria L’Angolo a buon mercato, dove andemo per le 19,30.
  • Ore 19,05: siamo seduti ai tavoli in mezzo a Piazza Marconi, davanti alla chiesa di Santa Teresa
  • Ore 19,30: andiamo in pizzeria. Pizze buonissime!!!!
  • Ore 20,20: cominciamo a pagare le pizze
  • Ore 20,45: In attesa di terminare di pagare, c’è stata l’ennesima esibizione pubblica del gruppo con il “bans“, tormentone del campo: Il pulcino pio.
  • Usciamo dalla pizzeria. Gli animatori hanno individuato anche una gelateria nella medesima piazza.
  • Ore 21,10: terminato il gelato o la granatina, ci si intratiene nella solita piazza con un altro “Il pulcino pio
  • Ore 21,15: si torna dalle suore “Pallottine” per ritirare gli zaini .
  • Ore 21,30: salutiamo le suore e lasciamo il loro Istituto per recarci a piedi alla stazione, carichi dei pesanti zaini.
  • Ore 21,45: siamo pronti al binario 3 per aspettare il treno (delle 22,16) che arriva da Salerno. Hanno annunciato che viaggia con 5 muniti di ritardo.
  • Ore 22,20: annunciano che il nostro treno viaggia con altri 10 minuti di ritardo

Un grazie di cuore a don Paolo, Francesca e Bertu per la bellissima esperienza di vita che hanno fatto vivere ai Giovanissimi della San Benedetto e …… BUON VIAGGIO.

 

 

5 comments to Campi estivi 2012 – Giovanissimi

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>