Orari SS. Messe

Domenica e festivi:
h.9.00 - 10,30 - 12,00
Prefestiva Sabato ore 18,30

Feriali (escluso lunedì e sabato): h. 8.00

Nella cappella in Via Sestriere 32/a: domenica ore 10,00

CONFESSIONI. contattare direttamente il parroco

================

COVID-19 – Precauzioni in Parrocchia

===================

il nostro simbolo

==================

La Liturgia di oggi

===================

===================

NEWSLETTER


===================
===================

Area Riservata

===================

Natale, un momento per ritrovare fiducia

 

Natale vuol dire nascita, quindi celebrare il Natale significa celebrare la nascita.

Di Gesù, certamente, ma non solo.

Il compleanno del Gesù storico infatti (per quanto sia noto che il 25 dicembre è solo una convenzione) ha il potere di richiamare ogni essere umano a interrogarsi sul senso del venire al mondo …clicca qui per leggere il seguito (da Vito Mancuso)

 * * * * *

Torniamo sulla via di Betlemme di Enzo Bianchi

Cosa sapevano gli abitanti di Betlemme di quella coppia in viaggio che cercava un riparo perché la donna incinta potesse partorire?

Ne avessero sospettata l’identità, le avrebbero aperto le porte della loro casa, oppure si sarebbero limitati a tollerare che occupasse per un po’ una stalla in disuso?…clicca qui per leggere il seguito

  * * * * *

Stanotte penserò ai luminosi Vangeli dell’infanzia, a come abbiamo vissuto il Natale, in duemila anni di parole, quante e quali, nel nome di Gesù: per rendergli giustizia liberandolo dai travisamenti, dalle costruzioni devozionali, oppure ideologiche, o politiche, o sociologiche della fede secolarizzata … clicca qui per leggere il seguito (da Sergio Zavoli)

 * * * * *

attorno al presepio così come ce lo delineano i Vangeli di Matteo e Luca – in quattro capitoletti per un totale di 180 versetti – si accalca una piccola folla di personaggi tra i più diversi, folla che s’infittisce ancor più se si dovesse attingere anche a quel repertorio sterminato che è la letteratura apocrifa “natalizia” dei primi secoli cristiani …clicca qui per leggere il seguito (da Gianfranco Ravasi)

 * * * * *

Letterina a Gesù bambino di Ermanno Olmi

 * * * * *

“Speriamo che almeno a Natale ci sia un po’ di neve!” E’ questo l’auspicio che si sente formulare da molte persone. Sicuramente la bianca coltre viene evocata anzitutto in quanto crea quell’atmosfera, quello scenario che da sempre fa da cornice alla festa più amata dell’anno. La neve reca però con sé anche un altro dono connaturale al tempo santo del Natale e cioè il silenzio …clicca qui per leggere il seguito

 

* * * * *

Natale è la celebrazione del valore “uomo”, preso già sul suo nascere. E ne dà anche la motivazione religiosa in quel canto degli angeli sopra la grotta: “Gloria a Dio nell’alto dei cieli e pace in terra agli uomini che Egli ama”. Natale dunque come celebrazione dell’uomo amato da Dio …clicca qui per leggere tutto l’articolo

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>